SEO e CRO a confronto, cosa sono e come interagiscono

La sigla SEO è ormai molto famosa online, molti hanno in realtà idee confuse a riguardo, ma più o meno tutti quelli che hanno un sito web aspirano al fatto che compaia tra i primi risultati di Google e sanno che per farlo bisogna fare SEO.

La sigla SEO indica la search engine optimization, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca. In sostanza la SEO si occupa di fare in modo che i siti web vengano trovati dai motori di ricerca e si posizionino meglio all’interno degli indici di quest’ultimi.

In particolare si punta a fare in modo che il sito di nostro interesse appaia in prima pagina su Google a chi cerca termini legati al nostro business.

Per effettuare una buona SEO servono studio e impegno continui. Gli approcci sono fondamentalmente due, da un lato si lavora all’interno del sito, migliorandone la struttura e i contenuti, così come ogni altro aspetto. Dall’altro si lavora anche esternamente al sito, visto che link e altri segnali che vengono da siti terzi e social possono contribuire al posizionamento, comunicando l’autorevolezza e l’affidabilità di una pagina web.

seoLa SEO, nonostante molti, ciclicamente, ne predicano la morte, gode di ottima salute e se volete un preventivo seo, potete affidarvi con fiducia alla nostra agenzia, che saprà proporvi una soluzione su misura, dopo aver analizzato con attenzione il vostro sito web e aver discusso con voi dei vostri obbiettivi di crescita.

In rete oltre a S.E.O., ci sono molte altre sigle, spesso dal significato misterioso, tra queste è sempre più diffusa CRO, che sta per conversion rate optimization, ovvero ottimizzazione del tasso di conversione.

Come per la SEO, anche in questo caso di parla di “ottimizzazione”, ma l’obbiettivo è diverso e, per certi versi molto più concreto.

Con la SEO possiamo posizionare un sito e di conseguenza fargli ricevere visite, ma quel che più importa alla gran parte delle aziende non è il numero di visitatori, ma bensì quello delle vendite.

Per questo è molto importante cercare di massimizzare il rapporto tra chi visita il sito e acquista.

Avere mille visite e concludere zero vendite non è certo un buon risultato, meglio avere 100 visite che portano a 20 vendite.

CRO e SEO sembrano mondi lontani, ma in realtà possono, anzi devono, lavorare in modo sinergico. Una buona ottimizzazione SEO non punta solo a portare “visibilità”, ma a rendere visibile il sito a chi è interessato a quello che offre.

Se il vostro sito ha un traffico di qualità, ovvero in target e ben disposto all’acquisto, non state facendo solo SEO, ma anche CRO.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *